header-consigli
fuoribordo

Breve guida alla manutenzione del motore della barca

Al finire della stagione estiva, spesso il motore fuoribordo viene messo “a riposo” per l’inverno: si esegue quindi il rimessaggio invernale del motore, allo scopo di proteggerlo dalla corrosione causata dalla salsedine che, cristallizzandosi, può causare danni anche gravi, compromettendo la funzionalità del motore.
Per avere la sicurezza di un rimessaggio eseguito con cura è pertanto consigliabile seguire alcune brevi linee guida, così da evitare brutte sorprese.

MANUTENZIONE SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO: Per lavare il motore è necessario mantenerlo attivo in acqua dolce per almeno una ventina di minuti, avendo cura di applicare le classiche cuffie di lavaggio; circolando, l’acqua purifica il motore dal sale, sabbia e altre impurità.

INGRASSAMENTO
: L’ingrassaggio è una fase del rimessaggio del motore che spesso viene trascurata, con conseguenze mai piacevoli. È necessario ingrassare con regolarità gli snodi, i pistoni del Trim, il canotto sterzo, il mozzo elica, la timoneria, i connettori elettrici.
Per garantire un ingrassamento eseguito a regola d’arte, Carrozzeria Serenissima fa uso di ingrassatori professionali che permettono di distribuire il grasso in ogni punto del motore.

SOSTITUZIONE DI OLIO PIEDE, FILTRO E OLIO MOTORE: Altra fase importante del rimessaggio è la sostituzione dell’olio piede: la procedura va eseguita ponendo il motore in posizione verticale, così che l’olio esausto all’interno venga drenato (e raccolto in un apposito contenitore).
Per il resto, la procedure di cambiamento dell’olio del motore nautico non è dissimile dalla procedura per cambiare l’olio dell’auto.
ATTENZIONE: una volta estratto l’olio esausto, è necessario consegnarlo ad un ente/azienda autorizzata allo smaltimento.

ANODI PER IL CONTROLLO DELLA CORROSIONE GALVANICA: La corrosione del motore può essere causata dalla reazione chimica, detta “cella galvanica naturale”, che avviene quando due metalli diversi vengono a contatto con l’acqua salata.
Alla luce di quanto sopra, si rende necessaria la pulizia ed eventuale sostituzione degli anodi, così da proteggere il motore dal rischio di corrosione.
ATTENZIONE: gli anodi del motore non devono mai essere cosparsi di grasso o altri lubrificanti.

CONNETTORI E SPINE: Il rimessaggio del motore prevede anche la manutenzione dell’impianto elettronico del motore, che deve essere preservato da eventuali danni causati dall’umidità e dall’ossidazione. È quindi consigliabile smontare tutti i connettori elettrici e applicare sostanze idrorepellenti (es. WD40).

LAVAGGIO E CURA DELLE PARTI ESTERNE
: L’esterno dell’imbarcazione va lavata con acqua dolce, rimuovendo ogni traccia di salsedine. È inoltre consigliabile spruzzare su ogni superfice esterna di sostanze lubrificanti e idrorepellenti (es. WD40).
L’elica va smontata e depositata in un luogo adibito, avendo cura di ingrassare l’asse e di avvolgere il piede in un rivestimento di plastica.

Se preferisci dare il massimo al vostro motore portalo da noi per un intervento approfondito e professionale.

clicca qui e richiedi subito il tuo
preventivo gratuito

Termini d'uso e informativa sui cookies
TOP
Chiamaci ora