header-consigli
barca

Una guida da seguire per la manutenzione della tua barca

Il rimessaggio dalla barca durante l’inverno è importante, ma altrettanto importante è la procedura per riportare la barca in acqua al sopraggiungere della primavera. È infatti necessario eseguire un check-up completo della barca, assicurandosi che l’imbarcazione sia in grado di navigare.
I consigli qui sotto sono utili anche qualora si acquisti una barca usata.

CARENA E APPENDICI: Prima di riprendere ad utilizzare la barca, è consigliabille controllare elica, albero, prese a mare, con particolare attenzione a tutte le piccole appendici (es.anodi di zinco).
Bisogna poi verificare lo stato della protezione antivegetativa ed eventualmente applicarla nuovamente. La scelta dell’antivegetativa deve tener conto di fattori quali modello, dimensione e velocità dell’imbarcazione, caratteristiche dell’acqua e frequenza di utilizzo. Dopo aver applicato l’antivegetativa, è importante aspettare che questa si asciughi.

PULIZIA INTERNA: La pulizia interna è sempre importante, ancor di più se la barca viene utilizzata quotidianamente. L’imbarcazione va svuotata da tutte le componenti mobili ed arieggiata a fondo, così da eliminare tutta l’umidità. Tutte le componenti d’arredo in stoffa (tende, cuscini, coperte, tappeti, ecc.) devono essere fatte lavare.
Una volta che la barca sia libera, bisogna verificare l’assenza di topi e altri parassiti, procedendo poi alla sanificazione e igienizzazione di tutte le superfici interne della barca.

SALA MACCHINE: Qualora si verifichi la presenza di malfunzionamenti del motore, NON TENTARE UNA SOLUZIONE “FAI DA TE”: tali soluzioni portano quasi sempre ad un peggioramento del guasto, oltre a comportare un rischio per il meccanico improvvisato.
Qualora non ci siano guasti evidenti, è consigliabile controllare oli motore, invertitori e generatori, candele, procedendo eventualmente a sostituire le parti danneggiate secondo le indicazioni del produttore.
Per rilevare la presenza di eventuali perdite o malfunzionamenti è conveniente pulire a fondo tutte le macchine e le attrezzature meccaniche.

SERBATOI CARBURANTE: La manutenzione dei serbatoi è forse la procedura che più di tutte dovrebbe essere eseguita da un’azienda specializzata. Bisognerebbe infatti svuotare completamente i serbatoi, verificarne l’integrità e rimuovere detriti solidi. Una volta reintrodotto il carburante e tenuto in attività il motore per qualche minuto, è necessario sostituire i filtri del carburante.

IMPIANTO IDRAULICO: L’impianto idraulico dell’imbarcazione va lavato con una sostanza disinfettante (es. amuchina), avendo cura di far scorrere l’acqua da tutti i rubinetti, così da detergere ogni parte del circuito. Bisogna successivamente controllare e avviare il dissalatore, attenendosi alle indicazioni del produttore.
Particolare attenzione va riservata a sentire e serbatoi delle acque nere, che vanno svuotati e lavati con appositi prodotti.

CAMBUSA: La manutenzione della cambusa è relavitamente semplice: una volta svuotata e pulita a fondo, bisogna controllare il circuito del gas e la carica della relativa bombola.

COPERTA: È necessario verificare ogni vite e bullone, che devono essere tutti assicurati; lo stesso vale per i verricelli, che all’occorrenza devono essere ingrassati. Ancora e catena vanno lavate con acqua dolce e lasciate asciugare all’aria.
Nel caso di una barca a vela, è necessario controllare sartiame, bozzelli, carrelli, grilli, strozzatori, arridatoi. Le vele devono essere aperte, lavate e asciugate all’aria.

TENDER: Per verificare la manutenzione del tender è necessario controllare il motore, svitare e pulire le candele, ingrassare la molla di avviamento e l’acceleratore manuale.
Bisogna infine sostituire l’olio nel piede del motore di avviamento.

LAVAGGIO ESTERNO: Per la pulizia degli esterni della barca si utilizzano prodotti specifici, avendo cura di usare spugne diverse per ogni materiale (es. teak, parti metalliche).
Bisogna inoltre controllare l’assenza di infiltrazioni d’acqua sottocoperta e applicare un sottile strato di vasellina sulle parti metalliche fisse ed uno strato di CRC sulle parti metalliche mobili.

CARICO: Una volta eseguita ogni procedura di manutenzione e pulizia, la barca va ricaricata ed equipaggiata con tutto l’occorrente. Prima di ciò, bisogna tuttavia valutare l’integrità e la funzionalità di ogni oggetto: conviene prestare attenzione particolare alla cassetta degli attrezzi, alla cassetta del pronto soccorso e alle varie dotazioni di sicurezza.

Se preferisci dare alla tua barca un trattamento più approfondito e professionale portalo da noi.

clicca qui e richiedi subito il tuo
preventivo gratuito

Termini d'uso e informativa sui cookies
TOP
Chiamaci ora